16 Febbraio

Manifestazione di interesse dell’ ATC Salerno

Proposto un progetto di attività di fruizione didattico scientifico degli appostamenti fissi autorizzati nella Provincia di Salerno con censimento visivo e fotografico e inanellamento dell’avifauna migrante nella Piana del Sele

Dalle risultanze ottenute dal monitoraggio effettuato nel maggio del 2012 da parte dell’Università Federico II di Napoli svolto nella Piana del Sele, presso l’azienda agricola Laudato dove insiste un laghetto artificiale di Ha 2,00 in località Campolongo, area posta a destra del fiume Sele, nel comune di Eboli,

è stata identificata un’area di rotta migratoria di notevole importanza sia di passo autunnale e sia di risalita primaverile.

Infatti, questa zona grazie alla sua posizione geografica, rappresenta un importante sito di sosta per l’avifauna acquatica di passo. L’approfondimento sulle conoscenze qualitative e quantitative sulla avifauna migrante in tale area ha offerto la possibilità di tracciare adeguati piani di miglioramento ambientale per favorire un incremento della biodiversità per ciò che riguarda gli uccelli. Tutto ciò ha dato il via ad una interessante campagna di monitoraggio tesa ad individuare siti idonei allo studio delle migrazioni e alle conoscenze sui flussi che interessano il territorio dell’Ambito Territoriale di Caccia Salerno, tale da apportare informazioni importanti per poter sbloccare i calendari venatori. Partendo dai risultati degli studi prodotti dall’Università Federico II di Napoli tesi al miglioramento ambientale con particolare attenzione alla gestione della flora e tenuto conto del fatto che si è avuto un notevole aumento del flusso migratorio di qualità offrendo utili strumenti per la conservazione e gestione delle specie e dei loro habitat è stata garantita la possibilità di avere un quadro più chiaro delle presenze faunistiche che permettono di coniugare la ricerca scientifica alla formazione didattica del territorio e della fauna. In riferimento al successo delle operazioni di miglioramento e alla fruizione dei dati emersi, l’A.T.C. Salerno intende contribuire al miglioramento dei laghetti autorizzati ricadenti nella propria area i quali gestori devono presentare manifestazione d’interesse se vogliono aderire all’iniziativa. Con l’intesa di sottostare alle direttive impartite dall’ A.T.C. Salerno. 

 

Agr. Antonio Fiorillo

Letto 726 volte